29Giu
By: Anita Nuzzi Acceso: Giugno 29, 2022 In: newsblog Comments: 0

 

 

Nell’ambito dell’Interior Design è frequente il riferimento ai termini di Restyling e Relooking, con cui si è soliti indicare due aspetti abbastanza diversi riguardanti il rinnovo di una abitazione.

È importante pertanto conoscerne il significato, sia da un punto di vista concettuale che progettuale ed economico.

Restyling

Con il termine Restyling si intende la ristrutturazione di un appartamento, o di una casa più in generale.

Chi opera nel settore edile è a conoscenza del fatto che un intervento di ristrutturazione, e quindi di Restyling, comporta un iter procedurale variabile e complesso a seconda del tipo di Opera che si considera in oggetto.

In relazione alla natura dell’Opera da realizzare scaturiscono: la necessità dei Titoli Edilizi per poter dare avvio allo svolgimento dei Lavori, con progetto approvato a seconda dei casi da uno o più enti (Comune, Soprintendenza, Genio Civile, ecc.), la necessità di redazione di computi metrici per la valutazione e la scelta delle Imprese adeguate allo svolgimento dei Lavori, la necessità di un coordinamento della Sicurezza sia in fase progettuale che in fase esecutiva dei Lavori, la necessità di seguire i lavori in corso d’opera controllandone la corretta esecuzione e controllando lo stato di avanzamento dei lavori, sia da un punto di vista tecnico che da un punto di vista economico.

Il progetto di ristrutturazione in genere varia a seconda delle necessità della Committenza e può toccare parti diverse di una Opera da ristrutturare: dalla parte strutturale alla parte distributivo-funzionale degli ambienti, in seguito a cui poi si prospetta la necessità di una adeguata valutazione degli spazi in termini di elementi di arredo, materiali, colori, luci.

Relooking

Con il termine Relooking si fa riferimento generalmente ad un intervento classificabile quale intervento di manutenzione ordinaria.

Nella fattispecie parliamo di interventi mirati che vanno ad interessare non più l’abitazione nel suo complesso bensì anche una sola stanza dell’appartamento, pertanto questo tipo di intervento non comporta la necessità di Titoli edilizi. Parliamo di interventi che vanno dal rifacimento delle finiture (ad esempio, scelta di un nuovo colore per le pareti di una camera da letto) ad una nuova composizione di elementi di arredo all’interno di un ambiente, quale ad esempio una zona giorno.

Da quanto scritto emerge che un intervento di Restyling ha una variabilità sostanziale rispetto ad un intervento di Relooking, sia nei tempi di realizzazione delle Opere che nei costi necessari alla esecuzione delle opere stesse.

La scelta dell’intervento dipende dalle necessità della Committenza ma fondamentale resta la presenza di un tecnico preparato che sappia guidare il Committente alla realizzazione dei suoi desideri, attraverso la realizzazione di un buon progetto.

ing. Anita Nuzzi

 

 Anita Nuzzi – ingegnere, fondatrice di Inàrfose

Leave reply:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *